20/11/10

Seta

Ciao a tutte/i, sto lavorando la seta. Mi risulta difficile scrivere un tutorial quando sto imprando una cosa nuova. In pratica qui trovate i miei appunti da non dimenticare !
La seta utilizzata è una seta molto sottile e scivolosa, molto diversa da uno shantung facile da lavorare più del cotone, e dalla seta pesante (facile anche lei). La seta sottile sguscia via dalle mani e dalla carta.
Dopo essere riuscita a bloccare la stoffa sul cartamodello, tutto il resto è stato in discesa. Gli spilli si possono appuntare tranquillamente (non è scontato) e i punti lenti e l'imbastitura rimangono su stoffa.
Attenzione a farli con un filo sottile, non filo da imbastitura, e molto più fitti del solito.

Fatte le normali lavorazioni sono passata alla macchina da cucire dove ho messo un ago sottile (60) e nuovo ( meglio non rischiare di sfilacciare la stoffa).
Poi le rifiniture.
Ho fatto un giro sul forum dove trovo sempre supporto ( grazie Rigazzarò,Cri, Cinzia,Elena, Sere78 e tutte le partecipanti alla discussione seta).
Per il tipo di modello che ho usato - Burda mod. 114 Agosto 2009- volevo che il giro collo girasse perfettamente senza far pesare le piegoline e strabordare fuori l'interno.

Ho attaccato uno sbiechino sul giro collo come al solito, poi ho stirato a ferro tiepido senza vapore la cucitura aprendo i margini.
Dopo ho ribattuto la cucitura anche dall'interno impunturando lo sbiechino sul margine della cucitura.
Ho stirato  di nuovo e impunturato tradizionalmente lo sbiechino dall'interno (n.d.R. tutto suggerito "Rigazzarò).
Dulcis in fundo l'orlo della tunica è stato fatto con la taglia e cuci a tre fili, anche qui devo dire un grazie alla mia maestra Silvia che suggeriva in altri post di usare anche fili di colori diversi.
Ho fatto così, inserendo il colore tono su tono per il terzo filo ( quello che si vede di più) e colori in gradazione più scura per gli altri due.



La tunica è finita, ma presto vi racconterò anche il resto sulla gonna.
Ciao!

2 commenti:

  1. Ciao! Sempre alla ricerca di nuove sfide?
    Sei molto coraggiosa, ed il risultato è ottimo.
    Complimenti.
    Grazie per la spiegazione del post sulla maglia, potevo anche arrivarci da sola, me ne sono resa conto quando ho letto la tua lezione!!
    Ho in mente un modello e lo devo tradurre in cartamodello, se mi serve qualche dritta posso interpellarti Vintage?

    RispondiElimina
  2. Flavia, è sempre un piacere leggerti. Certo scrivimi quando vuoi. Come avrai capito non impartisco lezioni ma condivido le mie disavventure, così trovo amiche di ago sulla via e magari mi ricordo degli errori già fatti.
    Se vuoi mandami la foto del modello che vuoi rifare così ci faccio un pensiero!
    vintage70dyo@yahoo.it a presto e grazie :-)

    RispondiElimina

I love comments!

Potrebbero interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...